È primo violino di spalla dell’Ensemble I Barocchisti diretti da Diego Fasolis.

Nata a Locarno, il primo approccio al violino avviene all’età di sei anni con Suor Clara Lainati, per poi proseguire gli studi con Tamas Major. Durante gli anni di Conservatorio segue corsi di perfezionamento con T. Varga a Sion, con S. Ashkenasi a Salisburgo e con M. Comberti a Londra. Nel 1997, dopo aver conseguito la maturità liceale, si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida di Carlo Chiarappa.

Grazie agli stimoli musicali ricevuti negli ultimi anni di Conservatorio decide di trasferirsi in Olanda e studiare allo Sweelinck Conservatorium di Amsterdam nella classe di Lucy van Dael, con la quale appro- fondisce seriamente il repertorio barocco e classico eseguito su strumenti originali.

Nel giugno 1999 ottiene il diploma di perfezionamento e nel giugno 2001 conclude gli studi conseguen- do il diploma di solista con la menzione “cum laude”.

Nel 1997 è stata membro della European Union Baroque Orchestra e da allora si dedica esclusivamente al violino barocco e collabora con Accademia Bizantina, Basel Kammerorckester,

Amsterdam Baroque Orchestra, Ensemble Zefiro, Concerto Köln, Helsinki Baroque Orchestra, Mozart Akademie, Europa Galante, e con questi Ensembles ha effettuato tournées in tutta Europa, Giappone, America registrando per le case discografiche Arts, Astrée, Naive, Chandos, Virgin Classics, Decca e Stradivarius.

Nel 2002 ha ottenuto il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Musica Antica di Bruges riscuotendo un enorme successo di pubblico e critica.

Insieme ad Andrea Rognoni, Stefano Marcocchi e Marco Frezzato ha fondato AleaEnsemble, gruppo che affronta il repertorio sette-ottocentesco con strumenti originali. AleaEnsemble si è immediatamente distinto come interprete ideale delle opere di Luigi Boccherini realizzando per Stradivarius nel 2008 la prima registrazione integrale su strumenti d’epoca dei Quartetti Op. 2, che si è aggiudicata premi quali “Diapason d’Or” e “Choc de Le Monde de la Musique” imponendosi all’attenzione della critica interna- zionale come esecuzione di riferimento. Anche l’incisione dei Quartetti per archi op. 77 e op. 42 di F.J. Haydn (pubblicata ancora per Stradivarius nell’anno Haydniano 2009) e i quartetti op.15 di Luigi Boc- cherini editi da Dynamic hanno riscosso un grande apprezzamento.

Nel 2012 AleaEnsemble è stato protagonista di un importante documentario prodotto e trasmesso dalla Televisione della Svizzera Italiana sul tema dell’invenzione del Quartetto per archi legata alle figure di F.J. Haydn e L. Boccherini.

Nell’ottobre 2006 ha vinto il concorso per insegnante di violino barocco allo Sweelinck Conservatorium di Amsterdam. Nel 2015 ha tenuto una masterclass di violino alla Gstaad Menuhin Academy. Suona un violino Carlo Antonio Testore del 1749.